Superbonus 110%

Superbonus 110% in condominio, le proroghe

Superbonus 110% in condominio, le proroghe

Come funziona il superbonus 110% nel 2022

La legge di Bilancio per il 2022 ha previsto una proroga per il superbonus 110% per i condomini ed edifici fino a 4 unità immobiliari appartenenti ad un unico proprietario.

La proroga del superbonus è stata fissata al 31 dicembre 2025 e varrà solo per gli interventi trainanti. Il sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Federico Freni, ha chiarito le regole della proroga. Vediamo insieme come funziona il superbonus 110% in condominio e quali sono le proroghe.

Superbonus 110%: scadenze e proroghe

Il sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Federico Freni ha chiarito le regole della proroga durante un’interrogazione parlamentare. È emerso che, per i condomini e gli edifici da 2 a 4 unità immobiliari di un unico proprietario è stata prevista la proroga fissata al 31 dicembre 2025.

Tuttavia la detrazione avrà una serie di aliquote decrescenti. Il bonus sarà pari al 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023, mentre fino alla fine del 2024 spetterà il 70% delle spese sostenute. Fino al 31 dicembre 2025 i condomini potranno fruire del 65% per le spese sostenute.

Queste regola valgono per i condomini, mentre per le persone fisiche il superbonus è valido fino al 30 giugno 2022. Tuttavia ci sono alcune regole per la proroga. Nello specifico, chi ha presentato la CILAS o ha richiesto il titolo abilitativo entro il 30 settembre 2021 potrà fruire del superbonus al 110% fino al 31 dicembre 2022.

Chi ha iniziato la procedura dopo il 30 settembre 2021 e ha un ISEE fino a 25.000 euro annui potrà fruire del bonus entro il 31 dicembre 2022, mentre le persone con l’ISEE superiore a 25.000 euro potrà fruire del bonus fino al 30 giugno 2022.

Superbonus 110%: lavori trainati e trainanti cosa succede

Il superbonus 110% viene prorogato fino al 31 dicembre 2025, ma ci sono alcune condizioni specifiche. Il sottosegretario Freni ha specificato che la proroga riguarda i soggetti che sostengono le spese e non si focalizza sugli interventi. In sostanza per i condomini la proroga della detrazione rimane invariata fino alla fine del 2023, dopo di che inizia a calare la percentuale di spesa che può essere portata in detrazione, a meno che non ci siano ulteriori modifiche alla Legge del Bilancio durante il passaggio in Parlamento. Ad oggi la percentuale di spesa scenderà al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. La proroga riguarda non solo i condomini, ma anche tutti gli edifici composti da un minimo di 2 a 4 unità immobiliari accatastate separatamente di proprietà di un’unica persona o in comproprietà da più persone fisiche.

A riguardo il sottosegretario Freni ha enunciato che “per i lavori trainati eseguiti all’interno dei condomini e degli edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate,

non sono previsti, ai fini dell’agevolazione fiscale, gli stessi termini stabiliti per i lavori trainanti realizzati sulle parti comuni di edifici in condominio o composti da due a quattro unità immobiliari di un unico proprietario o in comproprietà tra persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arti o professioni».

Nello specifico, gli interventi trainanti verranno prorogati al 31 dicembre 2025 per fruire dell’agevolazione, mentre gli interventi trainati hanno una scadenza fissata al 31 dicembre 2022.

Concludendo, il superbonus è stato prorogato con lo sconto in fattura e la cessione del credito fino al 31 dicembre 2025. Gli altri bonus casa, al contrario, sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2024.

Per chi desidera fare beneficiare del superbonus è meglio darsi da fare prima che la percentuale di spesa ammessa scenda al 70% o al 65%.

Alphacredit è al tuo fianco nelle tue scelte finanziarie. Per il Superbonus 110% contatta senza impegno i nostri consulenti!

instagramyoutubelinkedin

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti