Superbonus 110%

Superbonus 110% e tempistiche: sì anche ai lavori iniziati nel 2019

Agenzia delle Entrate ha chiarito nella risposta n.88 dell’8 febbraio 2021 che se un intervento di demolizione e di ristrutturazione edilizia, che comprende lavori rientranti nel Superbonus, è iniziato nel maggio 2019, può fruire della maxi-agevolazione solo per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 a tutto il 2021.

Superbonus 110% e tempistiche: il quesito dell’istante

il soggetto istante espone il quesito e sottolinea di avere iniziato nel maggio 2019 “lavori di ristrutturazione edilizia con anche un ampliamento su una unità immobiliare unifamiliare indipendente” che costituisce “prima casa“, acquistata in comproprietà con la coniuge.

L’istante precisa che l’intervento edilizio è in corso d’opera e che aveva già in programma di effettuare anche interventi di efficientamento energetico e di avere inizialmente avuto intenzione di beneficiare delle “detrazioni dei previgenti ecobonus 65%”.

Gli interventi previsti sono “l’isolamento delle strutture opache disperdenti e la sostituzione della caldaia a metano con pompa di calore”.

Il soggetto istante intende accedere all’aliquota maggiorata del 110% su tali interventi, e su altri eventualmente trainati, ancorché i lavori siano iniziati in data precedente alla promulgazione del Decreto Rilancio.

Ai fini dell’agevolazione l’istante, che dagli interventi programmati otterrà l’innalzamento di almeno due classi energetiche, chiede chiarimenti sulla predisposizione dell’Ape post operam, in quanto l’ampliamento volumetrico è una costruzione nuova.

Superbonus 110% e tempistiche: il parere dell’Agenzia delle Entrate

L’articolo 119 del Decreto Rilancio ha introdotto nuove disposizioni che disciplinano la detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 a fronte di specifici interventi finalizzati alla efficienza energetica, nonché al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici (cd. Superbonus).

La detrazione, spettante nella misura del 110% delle spese sostenute, è ripartita in 5 quote annuali di pari importo.

Le nuove disposizioni si affiancano a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus) nonché per quelli di recupero del patrimonio edilizio, inclusi quelli antisismici (cd. Sismabonus).

L’articolo 121 del Decreto Rilancio stabilisce che i soggetti che sostengono, negli anni 2020 e 2021, spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, per taluni interventi di recupero del patrimonio edilizio (compresi quelli antisismici), possono optare, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione, per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso.

In alternativa, i contribuenti possono optare per la cessione di un credito d’imposta di importo corrispondente alla detrazione ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari con facoltà di successiva cessione.

Contatta oggi stesso i consulenti di Alphacredit per le migliori opportunità sul tuo Superbonus 110%, compila il form sottostante

instagramyoutubelinkedin

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti