Assicurazioni

Quanto costa una assicurazione sulla vita?

Quanto costa una assicurazione sulla vita?

Un prodotto sempre più richiesto e sempre più interessante, soprattutto in piena emergenza pandemica, è l’assicurazione sulla vita.

La polizza assicurativa vita è un’assicurazione che, a fronte del pagamento di un premio, consente all’assicurato di provvedere economicamente al proprio nucleo familiare anche in caso di decesso, invalidità totale e permanente o perdita di autosufficienza.

L’assicurazione sulla vita consente di mantenere uno stile di vita invariato a seguito del verificarsi di un evento inatteso come la morte, un incidente, una malattia, un evento traumatico.

Da questa premessa ben si comprende quanto sia importante stipulare un’assicurazione vita: essa permette di ricevere assistenza tramite un sostegno economico che consente di affrontare le spese mediche in situazioni di grave infermità o perdita di autosufficienza o assicurare un futuro più sereno ai propri cari.

Assicurazione vita caso morte: le tipologie

L’assicurazione vita caso morte è particolarmente consigliata alle famiglie monoreddito, quando si hanno figli a carico, non ancora economicamente indipendenti, o quando si ha acceso un contratto di mutuo.

Sono due le tipologie di assicurazione vita: la polizza temporanea caso morte o TCM e la polizza caso morte vita intera.

L’assicurazione sulla vita Temporanea Caso Morte è la più diffusa e permette di assicurare un capitale ai propri cari per un periodo di tempo prestabilito al termine del contratto.

Il premio assicurativo viene corrisposto se il decesso si verifica quando il contratto è ancora in essere.

La polizza caso morte a vita intera copre l’intero arco di tempo che va dalla sottoscrizione dell’assicurazione al decesso del sottoscrittore.

In questo caso viene riconosciuto un capitale o una rendita al beneficiario al momento della scomparsa dell’assicurato, indipendentemente dal momento in cui si verifichi.

Assicurazione sulla vita: quanto costa?

Prima di stipulare un contratto assicurativo sulla vita, è fondamentale valutare attentamente tutte le condizioni economiche.

Ad impattare sul premio assicurativo sono i costi di apertura, di gestione e i caricamenti, oltre alle tasse applicate al momento dell’erogazione della prestazione assicurativa (capitale e rendita).

Costi di caricamento

Tra le voci di costo la polizza vita è una delle voci di costo da valutare attentamente: i costi di caricamento rappresentano l’onere di natura commerciale, che determinano una riduzione del capitale versato da parte di ogni assicurato.

Leggi anche: assicurazione vita mista, perchè è importante

Percentuale sul rendimento minimo garantito

La percentuale sul rendimento minimo garantito rappresenta una voce di costo meno visibile, per questo è necessario prestare massima attenzione.

Rappresenta un onere di entità maggiore e non incide sul capitale versato dall’assicurato, ma sul rendimento.

Poi si deve tenere conto del tasso tecnico che rappresenta la somma minima garantita riconosciuta dalla Compagnia assicurativa in caso di risarcimento all’assicurato.

Le penali sono altri costi da tenere in considerazione nel caso in cui l’assicurato decida di estinguere anticipatamente il contratto assicurativo.

Altri costi “una tantum” da prendere in considerazione nella sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita sono i costi di apertura e di chiusura.

Per maggiori informazioni è bene contattare un Consulente di Alphacredit. Solo la consulenza personalizzata di Alphacredit può aiutarti a scegliere tra le migliori possibilità del mercato!

    instagramyoutubelinkedin

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti