Mutui

Mutuo prima casa, bonus e sostegni: come funziona il bonus prima casa

Mutuo prima casa, bonus e sostegni: come funziona il bonus prima casa

Stipulare il mutuo per l’acquisto della prima casa è un passo sempre molto importante, tuttavia non è affatto semplice per i giovani che non hanno  molte garanzie da offrire. Ecco che qui subentra il bonus prima casa, che permette a molti di stipulare il mutuo e comprare la prima casa. Il bonus prima casa è stato prorogato anche per il 2022. Tutti i giovani al di sotto di 36 anni possono acquistare la loro prima casa grazie all’agevolazione e sostegno dello Stato. La Legge di Bilancio ha infatti prorogato il sostegno fino al 31 dicembre 2022.

Sarà possibile quindi per tutti i giovani under 36 acquistare la casa con questo bonus.

Mutuo prima casa: cos’è il bonus prima casa

La casa è il sogno di molti italiani. Tuttavia è molto difficile per le giovani coppie stipulare il mutuo per l’acquisto prima casa. Ecco che in questo ambito interviene lo Stato con il bonus prima casa.

Il bonus per l’acquisto prima casa sarà valido per tutto il 2022. Il Fondo di garanzia è stato istituito per aiutare i giovani che stipulano il mutuo e abbiano meno di 36 anni. La garanzia copra 80% della quota per l’acquisto della prima casa. In aggiunta al requisito dell’età, è necessario che i richiedenti abbiano un ISEE al di sotto di 40.000 euro.

Oltre al fondo di garanzia, il sostegno del bonus casa è un’agevolazione che prevede il taglio dei costi per l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria e catastale.

Il bonus prima casa viene erogato per compravendite che non superano 250.000 euro.

Mutuo prima casa e bonus: come funziona

Un giovane che vuole acquistare la prima casa può beneficiare del bonus prima casa a patto di non aver compiuto 36 anni all’atto dell’acquisto e avere il valore ISEE inferiore a 40.000 euro.

Inoltre la casa deve avere un valore di acquisto non superiore a 250.000 euro.

La casa acquistata deve essere posta come abitazione principale della famiglia, pertanto non vale per l’acquisto della seconda casa.

Con il bonus casa è lo Stato a fare da garante al cittadino. La domanda è presentata direttamente dalla Banca all’ente dello Stato preposto (CONSAP) compilando modulo specifico.

In aggiunta alla garanzia dello Stato è possibile ricevere l’esenzione di tutte le imposte che riguardano la compravendita.

Imposta di bollo, imposta catastale e la tassa ipotecaria non sono dovute, pertanto si tratta di un beneficio economico non indifferente per i giovani che acquistano la prima casa.

Altri sostegni per la casa: bonus affitto

Non sono solo i bonus per l’acquisto della casa a essere presenti nella Manovra 2022. La Legge di Bilancio ha pensato anche a chi si trova in affitto, con un bonus sull’affitto.

Il bonus affitto è valido per giovani under 31 anni e il bonus ammonta al 20% rispetto all’affitto mensile. Il limite massimo del bonus è di 2.000 euro annui. Oltre al bonus affitto e al bonus prima casa, la Manovra del Governo contiene altre misure ed agevolazioni che hanno lo scopo di incentivare il lavoro dei giovani. Nel 2022 entra in vigore anche  l’assegno unico universale che prevede un sostegno per le famiglie italiane con almeno un figlio a carico di età inferiore a 21 anni. Concludendo, nella Legge di Bilancio sono state previste una serie di misure volte ad aiutare le famiglie e i giovani, in particolare la misura di sostegno più importante è il bonus prima casa, un’agevolazione che aiuta gli under 36 ad acquistare l’abitazione principale.

 

Sei interessato? Scopri le migliori opportunità con la consulenza di Alphacredit!

instagramyoutubelinkedin

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti

Trova la tua rata

Mutui/Prestiti