Mutui

Mutuo 100% senza anticipo per la prima casa

Mutuo 100% senza anticipo per la prima casa

Il mutuo 100% per la prima casa senza anticipo è stato introdotto sulla scia del boom immobiliare. Meno presenti tra le offerte delle banche a seguito della crisi del mercato, nel 2021 i mutui 100% sono rispuntati fuori grazie ad una nuova apertura al credito e all’introduzione di una garanzia dello Stato. E’ una misura su cui sta lavorando il Governo Draghi pensando ai giovani (under 35).

L’Italia è uno dei Paesi con la più bassa fecondità in Europa: meno di 1,3 figli per ogni donna contro 1,6 della media europea. Per porre i giovani nella condizione di formare una famiglia servono una casa, un lavoro sicuro, un welfare adeguato.

Il mutuo 100% senza anticipo per la prima casa copre l’intero valore dell’immobile determinato dal prezzo d’acquisto o dalla perizia.

Vediamo come funziona, quali sono le condizioni e i requisiti per ottenerlo.

Mutuo 100% senza anticipo: cos’è, come funziona

Si attendono conferme sui dettagli da parte del Governo riguardo alla garanzia dello Stato sui mutui 100%. L’idea è favorire l’acquisto della prima casa ed è rivolta ai giovani under 35: per aprire il mutuo non servirà un anticipo, a fare da garante sarà lo Stato. Le risorse necessarie per far partire la misura si sommeranno ad altre risorse, ovvero a quelle del Fondi di garanzia mutui prima casa per giovani coppie gestito da Consap che offre una garanzia statale del 50% per un importo massimo di 250mila euro erogati per l’acquisto della casa o la ristrutturazione finalizzata all’efficientamento energetico.

In genere, il classico mutuo casa copre al massimo un loan to value dell’80% del valore dell’immobile. Con il mutuo 100% viene finanziato l’intero valore della prima casa.

Per il mutuo cento per cento, oltre all’ipoteca iscritta sull’immobile, potrebbe essere necessaria l’apertura di una fideiussione per coprire il 20% del valore del finanziamento che supera il limite standard dell’80%. In alternativa, sempre per il 20%, la banca potrebbe richiedere un pegno su titoli di Stato.

Mutui 100%: requisiti e condizioni

Molti di coloro che necessitano di acquistare la prima casa non hanno risparmio sufficiente per far fronte all’acquisto. Non sono in grado di offrire solide garanzie alle banche per un rimborso di lungo periodo. Coprire il 100% del mutuo aumenta il rischio per le banche e con esso non può che aumentare il tasso d’interesse e gli spread applicati.

In base agli accordi con la banca, il tasso applicato può essere fisso, variabile o misto: il piano di ammortamento va da 10 a 30 anni.

Quali sono le condizioni ed i requisiti per accedere al mutuo 100%?

Eccoli:

  • le banche richiedono maggiori garanzie, in particolare la sottoscrizione di una polizza fideiussoria per coprire il 20% del valore del finanziamento eccedente il limite dell’80%;
  • il richiedente non deve essere iscritto alle liste dei cattivi pagatori, ovvero segnalato dal CRIF;
  • bisogna dimostrare una certa stabilità lavorativa, entrate economiche sicure. In tal senso, la maggiore garanzia è un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

I precari possono ottenere il mutuo 100%?

I precari hanno due alternative da sfruttare per ottenere il mutuo 100%:

  • accedere al Fondo di Garanzia Prima Casa Consap. In questo caso, sarà lo Stato a fare da garante;
  • farsi supportare da un garante (un genitore, un parente stretto) che si impegni a sottoscrivere la polizza fideiussoria a garanzia del mutuo.

Scopri le migliori condizioni per il tuo mutuo! Contatta oggi stesso senza impegno i consulenti di Alphacredit!















    instagramyoutubelinkedin

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti