Superbonus 110%

Ecobonus 110%: come funziona e nuovi incentivi per l’edilizia fino al 2021

Ecobonus 110%: come funziona e nuovi incentivi per l’edilizia fino al 2021

In arrivo il pacchetto di incentivi per l’edilizia. Dall’ecobonus 2020 sconto in fattura al sisma bonus allo sconto fiscale per il rifacimento delle facciate, il Decreto Rilancio contiene una raffica di detrazioni del 110 per cento per le opere e gli impianti di ristrutturazione immobiliare finalizzati al risparmio energetico e alla tutela ambientale di case e palazzi. L’Ecobonus 2020 sconto in fattura è una misura fiscale a sostegno di imprese e cittadini che consente di alleggerire i costi di restauro, adeguamento energetico e sismico dei proprietari di abitazioni. Le detrazioni fiscali previste dal Decreto Rilancio per l’ecobonus 110% riguardano le spese fatte dal primo luglio al 31 dicembre 2021. La percentuale di detrazione prevista dal nuovo decreto è del 110% e gli interventi oggetto di detrazione sono ascrivibili ai seguenti:

  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali e caldaia nelle parti comuni dei condomini: l’efficienza dei nuovi impianti deve essere almeno di classe A. La soglia massima di spesa è fissata a 30.000 euro per ogni unità immobiliare.
  • Isolamento termico: gli interventi devono riguardare oltre il 25% della superficie d’intonaco, con tetto di spesa massimo di 60.000 euro riferita a ogni singola unità immobiliare.
  • Interventi di sostituzione e posa di infissi, adozione schermature solari o sostituzione degli impianti di climatizzazione con caldaie a condensazione con efficienza almeno di classe A.
  • Interventi volti a garantire che l’edificio migliori di almeno due classi energetiche.
  • Ecobonus auto elettriche e ibride per chi decide di rottamare il proprio veicolo omologato alle classi Euro 1, 2, 3 o 4 per acquistare un’autovettura nuova, con ridotte emissioni di CO2. L’agevolazione fiscale consentirà a chi acquisterà un’auto con emissioni di CO2 fino a 70 g/km e con un prezzo di listino fino a 61.000 euro IVA inclusa, di poter beneficiare di sconti anche fino a 6.000 euro sull’importo totale.
  • Ecobonus condizionatori al 110% vale per la sostituzione dell’impianto di condizionamento a patto che l’intervento sia stato eseguito congiuntamente ad almeno uno degli interventi (isolamento termico, sostituzione della caldaia con impianti centralizzati, sostituzione della caldaia con impianti centralizzati a condensazione).

Ecobonus 110%: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate ha chiarito quali sono le modalità di pagamento a seconda del tipo di detrazione fiscale di cui si vuole o si può usufruire. Il pagamento deve essere effettuato mediante bonifico parlante postale o bancario, sul quale risultano:

  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento,
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • numero, data ed importo di ciascuna delle fatture,
  • causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986).

Chiedi informazioni ai consulenti di Aphacredit e scopri come possono aiutarti!

    instagramyoutubelinkedin

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti

    Trova la tua rata

    Mutui/Prestiti